Obblighi dei titolari

Obblighi del titolare nei confronti dell'Autorità Garante per la protezione dei dati personali:

Il Garante è un'autorità pubblica, che opera in piena autonomia e con indipendenza di giudizio e di valutazione e che ha specifiche funzioni di controllo e vigilanza in materia di tutela dei dati personali.

Il trattamento dei dati personali identificati all’art. 37 del D.Lgs 196/2003 obbligano il titolare alla “notifica” alla Autorità-Garante.

Detta notifica deve essere redatta e inoltrata esclusivamente per via telematica o per mezzo di “intermediari” già nominati dal Garante.

Il Garante, con provvedimento autonomo, potrà identificare altri “dati sensibili” oltre quelli già previsti all’art. 37, che possano potenzialmente arrecare danno ai diritti e alle libertà dell’interessato.

Il Garante, con provvedimento pubblicato il 31/03/04 sul proprio sito www.garanteprivacy.it ha identificato i soggetti esenti dall’obbligo della notifica dei trattamenti.

Obblighi relativi al trattamento:

I dati personali devono essere:

a.    trattati in modalità organizzata, lecita e protetta; esatti, aggiornati e pertinenti;

b.         acquisiti ed utilizzati per le finalità strettamente connesse e strumentali all’erogazione e gestione dei servizi per cui sono stati raccolti o trattati da altri ai soli fini di detti servizi nei limiti delle rispettive finalità istituzionali

c.     conservati in una modalità che permetta di identificare l'interessato per il periodo tempo strettamente necessario alle ragioni della raccolta e trattamento.

Informativa per il trattamento dati personali ai sensi D.Lgs. 196/2003 :

Il soggetto interessato, deve essere in via preventiva informato per iscritto:

a.    scopi e modalità del trattamento;

b.  l’ambito del trattamento e/o diffusione;

c.     soggetti terzi eventuali a cui vengono comunicati;

d.  diritti del soggetto interessato;

e.  identificazione anagrafica e sua sede del Titolare del trattamento;      

f.   elenco dei responsabili trattamento e dei terzi titolari di trattamenti autonomi concessi;

g.  obbligo del consenso ad esclusione dei casi previsti dall’articolo 24.    


 

Consenso dell'interessato per il trattamento dei dati personali:

Il consenso è validamente prestato solo se è espresso liberamente e specificatamente in riferimento a un trattamento chiaramente individuato se è documentato per iscritto, e se sono state rese le informazioni come da paragrafo precedente.

Il consenso per il trattamento dei dati comuni può anche essere orale.

Il consenso deve essere manifestato in forma scritta quando il trattamento riguarda dati sensibili.

Quando non è necessario il consenso dell'interessato:

Il consenso non è necessario quando il trattamento:

è necessario per eseguire obblighi derivanti da un contratto di cui è parte l’interessato, o per adempiere, prima della conclusione del contratto, a specifiche richieste dell’interessato;

 

in tutti i casi previsti dall’art. 24

indietro